Dino Fabris che arrestò Enrico Berlinguer

1938-1941 VI ZONA OVRA Sardegna Ispettore Gen. Dott. Fabris Dino

13 gennaio 1944
A Sassari, esplodono tumulti per la mancanza di generi alimentari e di prima necessità. Enrico Berlinguer è indicato dalla polizia come uno dei promotori dei disordini. P.C.I.

14 gennaio 1944
A Sassari, i cittadini affamati assaltano i forni e tumultuano per le strade, affrontati dalla polizia. In serata, la ‘Concentrazione antifascista' emette un comunicato nel quale afferma: "I disordini e i torbidi non rispondono ad alcuna iniziativa né finalità di partiti politici, che apertamente li sconfessano". Regno del Sud

17 gennaio 1944
A Sassari, Enrico Berlinguer è arrestato come promotore dei disordini del 14 gennaio (vedi nota). Repressione armata. P.C.I.

19 gennaio 1944
A Sassari, il questore Dino Fabris, già appartenente all'Ovra, descrive in un verbale la figura di Enrico Berlinguer: "Comunista convinto, studioso delle teorie leniniste, dopo la caduta del fascio fu uno dei promotori e fondatori del Partito comunista a Sassari. Nominato segretario della sezione giovanile, si assunse il compito di spiegare le nuove idealità alla massa impartendo periodiche lezioni di comunismo ad un certo numero di gregari, spiegando le finalità che si proponevano, organizzando cellule, eccetera". Regno del Sud. P.C.I.