Fabris Barban Eurosia

Galleria fotografica

mamma rosaL'arazzo rappresentante Eurosia Fabris Barban detta "mammarosa"

 

la casa nataleLa casa dove ha vissuto

Alcune immagini della beatificazione avvenuta nel Duomo di Vicenza

il duomo di vicenza la cerimonia la cerimonia

il reliquarioIl cardinale Martins, che ha dato lettura della bolla Pontificia, mentre solleva il reliquario contenente un frammento di cervello e un minuscolo frammento ossseo di una costola di Eurosia Barban

Cesare NosigliaIl Vescovo di Vicenza Cesare Nosiglia

Anita CasonatoAnita Casonato, la miracolata

Anita Casonato GiovaneSempre Anita Casonato in una foto giovanile

 i tre figli religiosi La famiglia di Eurosia è stata una fucina di vocazioni. Due figli - Giuseppe e Alberto Secondo - sono diventati sacerdoti diocesani: il primo è stato per quasi 40 anni parrocco alla Madonna della Pace Stanga in Vicenza, amatissimo per la sua pietà e carità e per lo stile di vita severa.
Alberto Secondo, pure prete diocesano, fu insegnante in Seminario e poi al collegio vescovile Graziani di Bassano del Grappa.
Un altro figlio, Matteo Angelo, si fece frate francescano con il nome di Bernardino.
Mansueto, il più giovane, pure avviato al sacerdozio, morì quattordicenne nel Seminario diocesano mentre sognava di farsi gesuita e missionario.

al lavoro per la sepolturaA Marola si sta lavorando per preparare il posto per l’urna nella quale riposeranno i resti mortali: davanti all’altare della cappella di san Luigi, la prima laterale a sinistra per chi entra in chiesa dalla porta Maggiore.

 

TORNA SU