Pagina 1 di 1

Tommaso Menchini Fabris

MessaggioInviato: 06/05/2006, 17:05
da Tommaso
Gent.le signor Fabris,
girando per la rete, ho avuto modo di incappare nel suo sito,dato il cognome della mia famiglia, Menchini Fabris, potrà capire l'interesse che ho avuto.
La mia Famiglia ha questo cognome da solo una generazione; di fatto io sono il primo ad essere un Menchini Fabris dalla nascita, il cognome Fabris proviene dalla mia nonna materna, Fatima ??1917/Pisa1982, e fu unito a quello del nonno paterno perchè non andasse perduto, infatti mia nonna aveva una sola sorella Amina, i cui discendenti per quanto ne sò risiedono in Olanda, ma con un altro cognome.
Le due sorelle Fabris erano figlie di Dino Fabris Questore ai tempi del fascismo ed anche dirigente OVRA per un certo periodo, assorto da ogni accusa al termine della guerra per intervento dell'allora presidente del consiglio Sforza.
So che mia nonna e la sua famiglia provenivano dal nord est italiano, ma al momento non le sò dire nulla di preciso se non che Fatima fu la prima o seconda donna in Italia a laurearsi in chimica e che fu a lungo preside dell' istituto tecnico chimico di Massa.
Se per caso avesse rinvenuto nel suo database possibili contatti con i dati da me forniti le sarei grato se me lo volesse comunicare; da parte mia spulcerò un pò delle carte di casa per farle avere ulteriori notizie.

Cordiali saluti

Tommaso Menchini Fabris
e-mail thongor@gmail.com

MessaggioInviato: 06/05/2006, 17:15
da fabris
Egregio dottor Menchini Fabris.
Per ricostruire l'albero genealogico dovrebbe:
fare una prima ricerca su sua nonna materna Fatima se è nata a Pisa.
Dovrebbe verificare su Fabris Dino, la data di nascita ed il luogo, e l'eventuale indicazione del padre con data di nascita e luogo, in modo da avere elementi per potersi collegare ai luoghi di origine della famiglia, Veneto o Friuli probabili.

1938-1941 VI ZONA OVRA Sardegna Ispettore Gen. Dott. Fabris Dino

13 gennaio 1944
A Sassari, esplodono tumulti per la mancanza di generi alimentari e di prima necessità. Enrico Berlinguer è indicato dalla polizia come uno dei promotori dei disordini. P.C.I.

14 gennaio 1944
A Sassari, i cittadini affamati assaltano i forni e tumultuano per le strade, affrontati dalla polizia. In serata, la ‘Concentrazione antifascista’ emette un comunicato nel quale afferma: "I disordini e i torbidi non rispondono ad alcuna iniziativa né finalità di partiti politici, che apertamente li sconfessano". Regno del Sud

17 gennaio 1944
A Sassari, Enrico Berlinguer è arrestato come promotore dei disordini del 14 gennaio (vedi nota). Repressione armata. P.C.I.

19 gennaio 1944
A Sassari, il questore Dino Fabris, già appartenente all’Ovra, descrive in un verbale la figura di Enrico Berlinguer: "Comunista convinto, studioso delle teorie leniniste, dopo la caduta del fascio fu uno dei promotori e fondatori del Partito comunista a Sassari. Nominato segretario della sezione giovanile, si assunse il compito di spiegare le nuove idealità alla massa impartendo periodiche lezioni di comunismo ad un certo numero di gregari, spiegando le finalità che si proponevano, organizzando cellule, eccetera". Regno del Sud. P.C.I.

C'è un Fabris Dino in Cittadella di Padova.


Il primo Presidente dell’AVIS Regionale Veneto fu il Cav. Luigi Benedetti di Venezia, sostituito nel settembre dello stesso anno dal Prof. Dino Fabris di Cittadella (PD).
La prima Assemblea regionale si svolse a Padova il 16 aprile 1972. Il Consiglio che venne eletto riconferma Presidente il Prof. Fabris, che ricoprì tale carica fino al 1981.
In attesa di ulteriori notizie le porgo cordiali saluti.
Fabris Ignazio.

MessaggioInviato: 22/04/2008, 2:58
da Tommaso
Salve,
ho raccolto un pò di dati:
Dino Fabris di Omero, nato ad Asti, laureato in giurisprudenza nel 1914 questore a Bologna e in Sardegna, è ragionevole pensare che si tratti del questore che arrestò Berlinguer.
Fatima Fabris di Dino, nata a Reggio Emilia il 06/02/1907, laureata in chimica farmaceutica nel 1931 e insignita del titolo di cavaliere della repubblica nel 1970.

Stò lavorando un pò sulle carte di casa e man mano che troverò materiale provvederò a comunicarglielo, purtroppo mio padre parla poco volentieri della sua famiglia e quando mia nonna è morta nel 1982 io avevo solo 7 anni, quindi può capire che i dati a riguardo sono un pò frammentari, se lei trovasse anche qualche singolo frammento delle vite dei miei congiunti le sarei molto grato, e certamente lo sarebbe anche mio padre.

Inoltre sono sicuro che il mio bisnonno sia nato proprio ad Asti, e non in provincia, in quanto sul diploma di laurea Asti era letta come facente parte della provincia di Alessandria.


Cordiali saluti

Tommaso Menchini Fabris